Che Cos'è

La richiesta del Cliente per l'accesso alla BDCR


La BDCR, gestita da Assilea, è costituita esclusivamente con i dati delle proprie Associate (Enti finanziari) partecipanti che si assumono ogni responsabilità sulla loro correttezza, completezza e liceità. Si precisa che la Centrale rischi di Assilea è una banca dati positiva, ove sono censiti tutti i Clienti leasing, prescindendo, cioè, da eventuali segnalazioni di inadempimenti registrati a loro carico.

La richiesta di accesso ai propri dati censiti nelle banche dati pubbliche e private è un diritto di ogni Interessato censito, previsto nel "Codice Privacy" a titolo gratuito e può essere effettuata direttamente ai Gestori di banche dati senza la necessità di rivolgersi ad alcun "Intermediario". Assilea Servizi ha predisposto tre modelli di richiesta per ottenere le informazioni censite in BDCR: uno per i consumatori, uno per le imprese, uno per i procuratori. Per maggiori informazioni, è inoltre disponibile dalle ore 10:00 alle ore 12:00 di tutti i giorni lavorativi (con esclusione del mese di agosto), un servizio di assistenza per i soggetti censiti al numero telefonico: 06.45440737.

In base al Codice Privacy ed  al Codice di Deontologia le persone fisiche hanno diritto di acconsentire o meno alla conservazione delle "informazioni positive", quelle cioè che si riferiscono al  comportamento creditizio, nel caso si abbia rimborsato alle scadenze prestabilite i finanziamenti ottenuti. Anche nel caso si sia espresso il consenso, si può in ogni momento comunicare alla banca o all'intermediario l'intenzione di revocarlo. In questo caso, entro 90 giorni (i 90 giorni decorrono a partire dalla comunicazione o dall'ultimo aggiornamento mensile delle informazioni da parte della banca o dell'intermediario) le "informazioni positive" verranno eliminate dalla banca dati. Tale cancellazione tuttavia potrebbe essere un danno, perché più informazioni le banche e gli intermediari hanno a disposizione, e soprattutto quelle di natura positiva, più probabilità si hanno di ottenere una risposta positiva e celere alla richiesta di finanziamento. .

È invece da sottolineare che il consenso non è necessario per conservare e trattare i dati nei seguenti casi:

  • Informazioni negative (quando ad esempio non si è stati puntuali nei pagamenti), le informazioni possono essere legittimamente conservate nelle banche dati con le garanzie e nei limiti temporali previsti dal Codice di Deontologia.
  • Richiesta di finanziamento riguardante un'impresa.

 

PERCHÉ LE "INFORMAZIONI POSITIVE" SONO IMPORTANTI

La storia creditizia di ognuno di noi, ovvero l'insieme dei finanziamenti richiesti e ricevuti da parte di una o più banche nel corso degli anni, costituisce un importante "biglietto da visita" che possiamo utilizzare in futuro per richiedere un altro prestito o per negoziare condizioni migliori.

In assenza di tale referenza è più probabile che le banche e gli altri intermediari ricorrano a forme di garanzia (un'ipoteca sulla casa, un pegno su un bene di tuo possesso o una garanzia prestata da terze persone, a seconda del prestito richiesto).

 

Per maggiori informazioni:

- Informativa sul trattamento dei dati personali nella Banca Dati Centrale Rischi Assilea

- Prestiti e tutela della Privacy: Il nuovo codice che mette le cose in chiaro.